Informazioni personali

La mia foto
"L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

lunedì 22 maggio 2017

FIORE DI FULMINE di VANESSA ROGGERI

FIORE DI FULMINE
di
VANESSA ROGGERI

Genere: romanzo narrativa generale / urban fantasy

Edizione: Mondadori Retail S.p.A. per Mondolibri, Milano su licenza Garzanti Libri S.r.l., Milano Gruppo editoriale Mauri Spagnol (2015)

Buongiorno lettori, 
oggi torno a parlare di un romanzo di Vanessa Roggeri, già conosciuta per Il cuore selvatico del ginepro (qui la recensione, che vi consiglio di andare a leggere perché si tratta di una storia molto coinvolgente ed emozionante).
Ancora una volta Vanessa ci porta nella sua amata Sardegna di inizio 1900, e ci fa conoscere la famiglia Musa (composta da padre, madre e quattro figli: tre maschi e una femmina) di Monte Narba, un villaggio minerario. L’inizio non è dei più rosei: il padre è morto a seguito del crollo della miniera e la madre deve pensare a far andare avanti la famiglia. Un’altra disgrazia colpisce però i Musa: Nora, la figlia più piccola, a undici anni muore fulminata mentre gioca sotto un albero durante un temporale… ma a volte neanche la morte è eterna!
Passano due giorni e la bambina, prima di essere sotterrata, ritorna miracolosamente in vita! (maledizione o miracolo)?
Da allora il suo carattere fanciullesco muta, diventando fredda e seria. Sulla sua pelle pallida la cicatrice vermiglia del fulmine percorre tutto il lato sinistro del corpo come rovi intricati.
Cosa ancora più strana – e per alcuni spaventosa – è che Nora può vedere e parlare con i morti: rivelando la sua natura di bidemortos.
Istigata dalla cugina Teresa, la madre di Nora la porta (e per certi versi l’abbandona) in un istituto di suore, dove ottiene un’educazione, ma che non muta il suo carattere ribelle e impertinente, anzi lo accresce.
Gli anni passano, Nora (convinta di essere stata abbandonata da madre e fratelli) si fa una giovane donna e viene assunta come domestica in una casa di una ricca famiglia… e lì dovrà affrontare il suo passato… entrando nella stanza nascosta dalla misteriosa porta proibita e scoprendo la verità di una ragazza suicida in quella casa.
Non vi incuriosisce?
Altro romanzo emozionante e impedibile di Vanessa Roggeri, che catapulta il lettore nelle leggende e nella magica terra della Sardegna, questa volta aggiungendo alcuni elementi fantasy. L’autrice è così brava a narrare la storia che sembra davvero di essere tornati indietro nel tempo e di conoscere i vari personaggi (tutti descritti nei minimi dettagli, fisici e psicologici) da sempre.
Lo stile è perfetto poiché utilizza un linguaggio che si adatta benissimo al tempo in cui è ambientata la vicenda, dando maggiore realtà e facendo ambientare maggiormente il lettore. Rispetto al romanzo d’esordio Il cuore selvatico del ginepro non sono presenti parole in dialetto (tranne per bidemortos) e questo mi è dispiaciuto, perché oltre ad apprezzare i vari dialetti avrebbe dato originalità e maggior realismo.
Fiore di fulmine è una storia intensa e per certi versi dura e triste che incolla il lettore alle sue pagine, intento a cercare di scoprire il destino della protagonista e degli altri personaggi che entrano a far parte della sua vita (e purtroppo non tutti saranno positivi: ad esempio la cugina Teresa e la governante Palmira mi ricordavano troppo l’odiosa signorina Rottermeier di Heidi!).
Riuscirà Nora a superare ogni difficoltà, e come diceva Suor Nicoletta: l’osso di pesca riuscirà a germogliare e mettere foglie e fiori?
Cosa aspettate per scoprirlo?
Questa è una storia che non potete perdervi e vi farà camminare per la Sardegna e vedrete una realtà non troppo lontano da noi.

Buona lettura!


VOTAZIONE


TRAMA           
PERSONAGGI
COPERTINA          
TITOLO           
SINOSSI         


Link per l'acquisto su Amazon:

venerdì 19 maggio 2017

Segnalazione: Tander: Dentro di noi l’energia dei fulmini di Cristina Vichi

Segnalazione:
Tander:
Dentro di noi l’energia dei fulmini
di
Cristina Vichi

Buongiorno lettori,
vi segnalo che domani uscirà un romanzo molto interessante: "Tander: Dentro di noi l’energia dei fulmini" di Cristina Vichi.
Prima conosciamo un po' l'autrice, con l'elenco delle sue precedenti opere.

Biografia:

Cristina Vichi vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria. L’incontro con la Editor Emanuela Navone è illuminante, perché le permette di sperimentare l’universo della scrittura con maggior consapevolezza e nuovi stimoli.
Quando si conclude un romanzo non conta solo il risultato in sé, ma soprattutto il percorso che l’autore ha compiuto per arrivare a mettere la parola fine alla sua opera.

Di seguito le sue opere:
Celeste: L’Ardore di una Donna (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.
Destini Ingannati (Seconda edizione: 06/01/2017). Romance/Mistery autoconclusivo.
Celeste: La Forza di una Regina (10/08/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.
E se poi te ne penti?! (01/12/2016). Romance/Humor, autoconclusivo.
Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini (20/05/2017). Urban/Fantasy autoconclusivo.

Vi lascio i link anche del suo blog e della sua pagina Facebook:
Blog Autore: Cristina Vichi Blog
Pagina Facebook: Cristina Vichi Autrice

Genere: urban fantasy

Editore: Self publishing
Data di pubblicazione: 20 Maggio 2017
Numero pagine: 315 
Prezzo ebook: 2,99€ / gratis con Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: 12,00€
Link per l'acquisto: 




Sinossi:

Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore.
Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.
I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.

Vi lascio anche l'incipit del romanzo:

Introduzione
21.06.1720

Era notte. Il ragazzo si tirò il mantello sul capo per proteggersi dalla pioggia incessante. Il vento lo faceva oscillare a destra e a sinistra. Non aveva il controllo di se stesso, sembrava un burattino in preda alla foga della natura.
Davanti a lui un vecchio gli indicava la strada.
Nonostante la forza con cui gli agenti atmosferici combattevano fra loro, quell’anziano camminava con passo sicuro; il vento, per quanto potente, non riusciva a smuoverlo di un centimetro, e la pioggia, che picchiava sul suo esile corpo, non gli provocava il minimo fastidio. Si fermava spesso, paziente, ad aspettare il giovane, che cercava di proseguire malgrado l’enorme sforzo fisico a cui era sottoposto.
Nell’ultimo tratto, il ragazzo, stremato dalla fatica, cadde a terra. Tentò invano di rialzarsi, poi si arrese alla potenza di quelle correnti che si scontravano fra loro con una brutalità innaturale.
Il vecchio vide che non riusciva più a padroneggiare il suo corpo, non poteva nemmeno sollevare il capo. Tornò indietro, lo afferrò per il mantello e lo alzò senza alcuna fatica.
Il giovane si aggrappò a lui, e fu così che quell’incredibile uomo poté proseguire senza dover aspettare i tempi umani del suo allievo.
Raggiunto il centro della spiaggia, il vecchio si fermò e fissò il ragazzo per qualche istante senza proferire parola. I suoi occhi azzurri scintillarono di sfumature violacee.
L’allievo annuì, cercando di dominare una profonda e viscerale paura che tentava di assalirgli la mente.
Il vecchio si allontanò di qualche metro, poi si fermò, impassibile, a osservare l’evolversi degli eventi. In quel contesto la sua stessa calma era anomala e inquietante.
Il ragazzo lottava con tutte le forze per rimanere in piedi. Il suo volto era paralizzato dal terrore, eppure una vaga luce di speranza illuminava i suoi occhi ambrati.
All’improvviso un fulmine lo colpì dritto al cuore e le sue urla acute riecheggiarono al pari dei tuoni. Fu costretto a inginocchiarsi innanzi alla terribile energia da cui era posseduto. L’agonia fu lunga, interminabile. Poi le sue grida diventarono più rauche e deboli, finché non si spensero in un’ultima, terrificante, smorfia di dolore.
Il giovane cadde in avanti, con la faccia in una pozza d’acqua e il corpo accasciato a terra in modo contorto.

Per quanto mi riguarda, sono un'appassionata di fantasy, quindi non posso che esserne incuriosita.
E voi lo leggerete?




Buona lettura!

giovedì 18 maggio 2017

Segnalazione: Odisseo - La forza dell'amore di Leonardo Marini

Segnalazione:
Odisseo - La forza dell'amore
di
Leonardo Marini

Buongiorno lettori,
nuovo romanzo edito Genesis Publishing: "Odisseo - La forza dell'amore" di Leonardo Marini.

Biografia:

Leonardo Marini vive a Tivoli, ridente cittadina a due passi dalla Capitale e nota in tutto il mondo per il suo patrimonio artistico e culturale. Cresciuto a pane e calcio, frequenta il quinto anno del Liceo Scientifico: tra la scuola e gli allenamenti, anche non essendoci, il tempo per sognare l’ha sempre inventato. Passando dalla passione per la pittura a quella per la musica, non ha mai tralasciato il suo vero mondo, quello della scrittura. Con Odisseo - La forza dell’Amore, il giovane Autore cerca di far immergere completamente il lettore nel suo universo, a volte labirintico, in cui si alternano logica e passione. 


Genere: fatastico / mitologia

Editore: Genesis Publishing
Data di pubblicazione: 5 Maggio 2017
Numero pagine: 215
Prezzo ebook: 3,99€
Prezzo cartaceo: 10,60€
Link per l'acquisto: 




Sinossi:
A tutti è stata narrata almeno una volta la storia di Odisseo, grande eroe Greco. Le sue gesta sono state simbolo di ingegno, d’intelligenza e di scaltrezza. Cantate da cantastorie, raccontate da narratori, sono giunte infine alle orecchie di Omero, il quale, secondo la tradizione, le ha riportate nero su bianco, facendo sì che l’eco di quelle avventure potesse arrivare fino ai giorni nostri. Ma siamo davvero sicuri che, quella che sappiamo, sia la vera storia di Odisseo? Possiamo affidarci completamente alle parole di Omero? E se la realtà fosse stata un’altra? Sapete cosa vi dico? È così. Odisseo era un diciassettenne scaltro e intelligente e, come tutti i giovani, sognava una vita ricca di gioie e successo. Egli, però, non aveva fatto i conti con il più crudele degli ostacoli: il Destino. Il labirinto di Cnosso ha scelto lui, e un combattente tale non può sottrarsi a una sfida del genere. Tra intrighi, profezie e rivelazioni, il prode Greco si ritroverà catapultato in una impresa ben più grande di lui.

Un romanzo su Odisseo (Ulisse)? Uno dei miei personaggi mitologici preferiti? Io non mi faccio perdere questo romanzo... e voi?




Buona lettura!

martedì 16 maggio 2017

Segnalazione: Dorian e la leggenda di Atlantide di Demetrio Verbano

Segnalazione:
Dorian e la leggenda di Atlantide
di
Demetrio Verbano

Buongiorno lettori,
nuovo romanzo imperdibile per gli amanti del fantasy e della mitologia: "Dorian e la leggenda di Atlantide" di Demetrio Verbano.

Biografia:

Demetrio Verbaro nasce a Reggio Calabria il 14/12/1981.
E’ padre di tre figli: Thomas, Riccardo e Dorian.
Grande appassionato di cinema, letteratura e sport.
Dorian e la leggenda di Atlantide” è il suo quinto romanzo.
Dalla sua opera d’esordio “il carico della formica” è stato tratto l’omonimo cortometraggio che lo vede impegnato come attore e sceneggiatore.



Genere: fantasy
Editore: PubGold
Data di pubblicazione: 2 Maggio 2017
Numero pagine: 134
Prezzo ebook: 0,99€
Prezzo cartaceo: 12,00€
Link per l'acquisto: 





Sinossi:
Atene 399 a.C.
Il filosofo Socrate è stato condannato a morte. Il suo ultimo desiderio, esaudito, è quello di trascorrere la notte prima dell’esecuzione insieme all’amico e discepolo Platone. Prima di morire vuole confessargli un segreto che ha tenuto nascosto per tutta la vita, custodendolo gelosamente. “Quale segreto, maestro?”
“La leggenda di Atlantide!” L’indomani Socrate morì con l’anima purificata, sereno.
Ma perché era così importante tramandare quella storia?
Cosa era successo di così terribile e sconvolgente in quell’isola prima che s’inabissasse per sempre sul fondo dell’oceano.

Eccovi anche un'estratto:

«Fermiamoci amico mio, ho bisogno di riposo» disse Socrate con una punta di affanno, sedendosi su un grande masso vicino alla scogliera, osservando quella distesa infinita di mare.
Il suo discepolo si sedette accanto a lui e abbozzò un sorriso.
“Che incanto il mare, è la più bella creazione che ci hanno donato gli Dei.”
Socrate alzò l’indice e scandì le parole: “Guarda il mare vicino alla riva, nel punto in cui le onde baciano la spiaggia, cosa ti sembra?”
“Un mondo acceso, ricco, rigoglioso, pronto ad accogliere l’uomo e la vita.”
“Ora punta i tuoi occhi al largo, fino all’orizzonte, dove la linea di confine con il cielo ne attenua ogni onda e ne confonde il profilo. Cosa vedi?”
Platone rispose in un sussurro: “Sembra che le distanze e il tempo perdano il loro valore reale, il mare appare immenso e irraggiungibile, come un segreto negato agli uomini.”
Socrate pronunciava ogni parola con forte accento, rimarcandola: “È sempre lo stesso mare eppure lo hai descritto in modo opposto a seconda del punto in cui i tuoi occhi lo osservavano.
Impara questa lezione, prima di giudicare qualcosa o qualcuno, financo te stesso, guarda sempre almeno da due diverse prospettive.”

Beh, da amante dei fantasy (e di mitologia) non vedo l'ora di leggerlo!
E voi?

Buona lettura!

lunedì 15 maggio 2017

THE DRAGONFLY FIORI ROSSI di ALEXANDRA CASTLES

THE DRAGONFLY
FIORI ROSSI
di
ALEXANDRA CASTLES

Genere: romanzo fantascienza / distopia

Edizione: self publishing (2016)

Buongiorno lettori, 
la recensione di oggi riguarda il primo romanzo di una saga… una saga che – basandomi solamente sul primo volume – ha tutti i requisiti per diventare eccezionale!
Passiamo al riassunto della trama: siamo a Los Angeles nel 2029 e il mondo è praticamente sull’orlo della distruzione! Da anni non piove più e l’acqua e il cibo sono diventati i beni più importanti. A causa della siccità (almeno così si pensa) si è diffuso un potente virus mortale che ha decimato il genere umano, il suo nome Fiore Rosso per via delle escrescenze rosse con i bordi frastagliati che si formano sul corpo di chi viene contagiato e i sintomi sono simili a quelli della febbre emorragica.
La protagonista Alaska, una ragazza di diciassette anni, ha perso ormai tutta la sua famiglia – genitori e sorellina –, così decide di partire alla volta di New York per ritrovare il fratello maggiore partito anni prima per assicurarsi della salute dei nonni (in più si dice che a nord esistano ancora posti vivibili). Dalla sua partenza non ha più avuto nessuna notizia, per quanto può saperne Alaska, potrebbe essere anche morto… ciò nonostante parte!
Prima di tutto si ferma all’officina di Rey Sanchez, poiché il padre le aveva detto che avevano un accordo, più precisamente uno scambio: cibo per la benzina. Alaska però non trova Rey, ma sua figlia Ines… e dopo un primo scontro iniziale partono assieme.
Durante il tragitto salvano la vita a due ragazzi, Alex e Sam… e Alaska perde completamente la testa per uno dei due… chi? Eh, dovrete leggerlo per scoprirlo!
Assieme arrivano a Las Vegas e per scappare a un gruppo di uomini che vogliono le ragazze, si nascondono in una villa lussuosa e disabitata… ma i pericoli non sono ancora finiti!
Falsi amici, laboratori segreti, esperimenti crudeli, verità taciute e il passato che tormenta ognuno di loro sono ciò che devono affrontare Alaska e i suoi amici… e ce la faranno a salvarsi?
Chi lo sa?
Amo le distopie e questa non mi ha certo fatto cambiare idea, anzi non vedo l’ora di leggere il seguito!
Un romanzo molto intrigante che trattiene il lettore dalla prima all’ultima parola, dove viene narrato un mondo devastato e giunto sul baratro dell’estinzione, ma c’è anche spazio per i sentimenti di amicizia e amore che danno quel tocco dolce e romantico a una storia misteriosa e a tratti crudele, dove vige la legge del più forte con uccidi o vieni ucciso.
Una storia che potrebbe essere anche realistica in un futuro non troppo lontano e anche per questo si legge velocemente e senza fiato. Niente di quel che accade è mai scontato o prevedibile (l’unica cosa che ho trovato un po’ forzata è l’innamoramento, così di colpo, di Alaska, in quanto non uscendo mai di casa non ha mai avuto un confronto con un ragazzo neppure della sua età).
Lo stile dell’autrice è molto fluido e riesce a trasmettere perfettamente le emozioni e le sensazioni dei personaggi, mantenendo il tutto molto realistico come se da un momento all’altro potrebbe davvero accadere questo scenario spaventoso!
I personaggi sono tutti molto interessanti e ben descritti, sia fisicamente che psicologicamente. Sono realistici in quanto non sono sempre perfetti, sbagliano e hanno le loro paure e le loro ossessioni.
Alcuni dubbi sulla trama sono lasciati in sospeso, ad esempio la vera origine del virus, la siccità e anche come è diventato il resto del mondo (nel senso: tutto si è inaridito? E i poli si sono sciolti quindi? E se fosse così avrebbe dovuto alzare il livello delle acque e quindi molte terre si sono inabissate?)… senza contare il ruolo fondamentale di Alaska…
Conto che il tutto sia approfondito nel prossimi romanzi, dato che questo è solamente il primo ed eccezionale volume.
E vogliamo parlare del finale?
Wow!
Con un finale così tutto può succedere!

Buona lettura!


VOTAZIONE


TRAMA           
PERSONAGGI
COPERTINA          
TITOLO           
SINOSSI